TERAPIA DEL DOLORE con la pranoterapia

 

I raggi infrarossi ed i raggi gamma sono efficaci nella diminuzione del dolore Perché entrano nei  tessuti muscolari rilassando  sciogliendo ogni loro tensione. Favoriscono un incremento della circolazione sanguigna con un conseguente miglioramento del trasporto di ossigeno alle cellule, ed agevola la guarigione di tutte quelle patologie legate alle articolazioni, (artriti, artrosi) ai  tendini (tendiniti) ed ai  muscoli (tensioni, contratture ecc) accorciando così il tempo di guarigione e risultando nel contempo un ottimo analgesico naturale. Facilitano l’espulsione di tossine e quindi di liquidi in eccesso contrastando la ritenzione idrica e in conseguenza possono risultare utili per contrastare l’avanzare della cellulite o buccia d’arancia. L’effetto della luce a questa lunghezza d’onda aumenta infatti la temperatura del corpo e dei tessuti, migliorando il metabolismo cellulare, aiutando la riduzione dei grassi, stimolando la circolazione sanguigna e la riduzione dei reumatismi.

 

 

TRATTAMENTI DI PRANOTERAPIA POST CHEMIO


Con un trattamento di pranoterapia prima di sottoporsi alla chemio vi è la possibilità di diminuire gli effetti “collaterali” ovvero vi è una diminuzione della nausea e/o vomito, diminuzione della febbre, diminuzione della stanchezza e quindi aumento della forza vitale. In sostanza si prepara il corpo a livello energetico ad accogliere la sostanza chemioterapica al suo interno e rendendo meno invasiva la parte tossica.